Frese CNC 101

Da WeMake Wiki.

Guida passo-passo per utilizzare FRESE CNC

  1. Attivare l’interruttore generale
    Ruotare su 1 l’interrutore generale posto sulla struttura del computer dedicato alla fresa e posto di fianco ad essa, così facendo si da corrente sia al computer che alla macchina stessa.
  2. Accendi il computer
    Premere il tasto con la sigla “computer” in basso a sinistra dello schermo e attendere 1|2 secondi
  3. Avvia il software di controllo della macchina ISONS.exe
    Cliccare sull’icone del software ISONS.exe e attendi l’avvio. Una volta avviato il software occuperà l’intera schermata nascondendo anche le funzioni base windows
  4. Verificare lo stato dell’interruttore di emergency stop
    Verificare che l’interrutore di stop emergency non sia premuto e nel caso lo fosse disarmarlo.
  5. Accensione della macchina
    Premere il tasto con la sigla “macchina on” sulla destra dello schermo.
  6. Azzeramento degli assi
    Cliccare sull’icona “home” all’interno del software ISONS.exe e aprire la schermata di abilitazione e posizionamento assi. Premere a questo punto sulle icone dei singoli assi sotto la finestra “Enable Single Axis” per abilitare I motori stepper e ripetere l’operazione per la finestra “Home Single Axis” attendendo che la macchina si posizioni.
  7. Verificare che il mandrino sia disabilitato
    Verificare che le chiave “mandrino” sia ruotata su “OFF” così che si possa accedere all’area dedicate alla fresa delimitata da due fotocellule che si potranno così oltrepassare senza mandare in blocco/allarme la macchina.a
  8. Verificare che non ci siano errori che blocchino la lavorazione
    Aprire la finestra “CN error” e cliccare su reset alarm per rendere la macchina operativa..
  9. Abilitazione controllo esterno
    Cliccare sull’icona external override che abilita il controller esterno da cui si possono comandare velocità di taglio e spostamento e movimento degli assi
  10. Utilizzo del controller manuale
    Cliccare sull’icona “MDI command” e aprire la finestra di scrittura. Attraverso questa finestra è possibile inserire manualmente il gcode per l’utilizzo della macchina, utile per la movimentazione rapida del tool di lavoro, in questo caso per esempio per portarlo nel punto X0 Y0.
  11. Preparazione cambio utensile
    Una volta che il mandrino è nel punto X0 Y0 è possibile montare o sostituire il tools in base al tipo di materiale di lavorazione che dovremo eseguire. Una volta scelto il tool più adatto e il relativo colletto per il bloccaggio all’interno del mandrino, possiamo procedere alla sostituzione con le apposite chiavi.
  12. Smontaggio ghiera e colletto
    Come anticipato nel passaggio precedente dopo la scelta dell’utensile e del relative colletto* dobbiamo utilizzare due chiavi per l’apertura del mandrino. La chiave classica fissa va utilizzata per tenere ferma la parte superiore, facilmente individuabile grazie alla scanalatura presente nel pezzo, mentre la chiave sagomata va utilizzata per smontare la ghiera che blocca colletto e utensile, altrettanto facilmente individuabile grazie alla sagomatura a cui la ghiera corrisponde perfettamente. Man mano che si allenta la ghiera prestare attenzione alla caduta dell’utensile. Una volta smontata la ghiera e il colletto separare I due pezzi. *NB: ogni utensile ha il relativo colletto, verificare bene sulla testa del colletto la corrispondenza del diametro con il diametro dell’utensile
  13. Montaggio ghiera, colletto e nuovo utensile
    A questo punto inserire il colletto relativo al nuovo utensile nella ghiera e avvitare a mano la ghiera sul mandrino. Una volta avvitata inserire l’utensile e stringere con le apposite chiavi fino a quando l’utensile sarà bloccato. Si consiglia di verificare questo passaggio con lo staff così da avere la sicurezza che l’utensile sia montato nel modo corretto e non si corrano rischi durante la lavorazione.
  14. Posizionamento del pezzo nell’area di lavoro
    Una volta terminato il setup della macchina è importante posizionare il pezzo da lavorare all’interno dell’area di lavoro considerando la direzione di posizionamento per la qualità del taglio e assicurandosi che non ci siano parti fuori dall’area di lavoro ond’evitare il blocco della macchina per “extracorsa”. NB: In casi particolari è possibile attivare la modalità “extracorsa” per effettuare lavorazioni che sono fuori l’area di lavoro classica, per questa opzione è necessario rivolgersi allo staff.
  15. Staffaggio/fissaggio del pezzo
    Una volta terminato il setup della macchina è fondamentale, prima di procedere con la lavorazione, allo staffaggio/fissaggio del pezzo. Ci sono diverse tipologie di staffaggio* più o meno adatte al materiale e alla lavorazione da effettuare, infatti lo staffaggio può essere effettuato con degli elementi esterni, che fissati al piano di lavoro fanno leva sul pezzo da lavorare bloccandolo, diversamente si può avvitare direttamente il pezzo da lavorare al piano di lavoro della macchina o nei casi di lavorazioni molto leggere è sufficiente del biadesivo tra il pezzo e il piano di lavoro. Comunque, è molto importante per lavorare in sicurezza ed evitare rischi, la verifica del metodo e della qualità dello staffaggio con lo staff così da avere la sicurezza che sia fatto nel modo corretto. NB: è importante pensare alla fase di staffaggio del pezzo già nella fase di preparazione dei postprocess e durante l’impostazione del CAM per evitare collisioni tra utensile e staffe/viti.
  16. Posizionamento del tool
    Dopo lo staffaggio è importante eseguire l’azzeramento degli assi in relazione al punto di partenza della lavorazione stabilito precedentemente nel CAM. Per questo passaggio è importante verificare preliminarmente dove è stata impostata la partenza e più in generale i percorsi che farà la macchina. Una volta fatte le dovute verifiche si può posizionare l’utensile nel punto che corrisponde al punto di partenza impostato precedentemente nel cam utilizzando il controller esterno e cercando di essere il più accurati possibile (operazione facilitata dalla possibilità di abbassare la velocità di movimento degli assi proprio dal controllo esterno).
  17. Azzeramento degli assi X eY
  18. Azzeramento dell’asse Z
    Dopo lo staffaggio è importante eseguire l’azzeramento degli assi in relazione al punto di partenza della lavorazione stabilito precedentemente nel CAM. Per questo passaggio è importante verificare preliminarmente dove è stata impostata la partenza e più in generale i percorsi che farà la macchina. Una volta fatte le dovute verifiche si può posizionare l’utensile nel punto che corrisponde al punto di partenza impostato dal cam utilizzando il controller esterno e cercando di essere il più accurati possibile.